domenica 9 settembre 2007

Deframmentazione: cosa è, quando farla e come farla


Ragazzi oggi voglio parlarvi di un ottima utility di Windows, che sarebbe bene sfruttare periodicamente: la DEFRAMMENTAZIONE.
Dovete sapere che quando usiamo il pc, il sistema crea, sposta, modifica o elimina tantissime informazioni sull'hardisk sottoforma di log, file temporanei e tanti altri tipi di file.
Durante le nostre operazioni quotidiane sulla nostra macchina, il sistema tende a occupare tutti i settori liberi (porzioni di spazio libero) presenti sulle tracce del disco fisso. Pur di riempire ogni spazio libero delle tracce, a volte il sistema è costretto a salvare porzioni di file anche su settori diversi (detti "non contigui", insomma lontani tra di loro) e a lungo andare crescono esponenzialmente i file le cui parti sono salvate in parti diverse tra di loro.
Ciò comporta una diminuizione delle prestazioni del computer, in quanto le testine dell'hardisk sono costrette a muoversi su parti diverse del disco durante le operazioni; di conseguenza, come già detto, si riscontra una diminuizione di velocità durante le operazioni di lettura e scrittura dell'unità.

La Deframmentazione è quindi un'operazione che riorganizza le informazioni in modo tale da porre le varie parti di un file su aree contigue e poco distanti da loro, con l'effetto di diminuire gli spostamenti delle testine.
Per una migliore efficienza della nostra macchina, vi consiglio di eseguire la Deframmentazione periodicamente; ovviamente dipende dall'uso che fate del vostro pc e la cadenza può essere di una volta a settimana, per chi lo usa molto, ad una volta al mese, per chi lo usa pochissimo.

Per eseguire la Deframmentazione andate su:

Start --> Tutti i Programmi --> Accessori --> Utilità di Sistema --> Utilità di Deframmentazione Dischi.

Vi ricordo che la Deframmentazione è un'operazione che può richiedere anche molte ore, tutto dipende da quanto è grande il vostro disco rigido, da quanti file avete su di esso e da come sono disposti. Ma non vi preoccupate perchè è un'operazione che può essere sospesa per poi essere ripresa più avanti. Inoltre è consigliabile chiudere tutte le applicazioni attive, in modo da evitare che queste continuino a scrivere anche durante il processo.